To Delta cede la Compagnia portuale a F2i per consolidarsi nei container

To Delta Group di Trieste punta a consolidare sempre più la propria posizione nel settore dei container e, in quest’ottica, ha portato a termine la cessione (avviata con un primo agreement a luglio) della Compagnia portuale di Monfalcone al gruppo F2i – Fondi italiani per le infrastrutture.

L’operazione, spiega una nota, porta un ulteriore supporto agli investimenti strategici che il gruppo ha in animo di realizzare, in primis sul porto di Trieste con l’ampliamento e l’ammodernamento del Molo VII, su cui sorge il terminal Tmt, le cui quote sono divise al 50% tra To Delta e Msc (gruppo Aponte).

Cento milioni d’investimenti

In particolare, gli investimenti previsti, stimati in circa 100 milioni e divisi in quota paritetica con Msc, chiarisce ancora la nota, «porteranno all’estensione della banchina del Molo VII e all’ulteriore ampliamento del parco ferroviario, all’acquisizione di due nuove gru di banchina di ultima generazione e all’acquisto di nuovi equipment di piazzale».

Al termine dei lavori, previsto entro il 2023, conclude la nota, «il terminal container giuliano sarà in grado di operare navi di ultima generazione (oltre i 20mila teu) con un aumento della capacità stimata del 35%».

In merito alla cessione della Compagnia portuale, Stefano Selvatici, ad di To Delta si rivolge, ringraziandoli, «a tutte le donne e gli uomini che hanno condiviso una parte del cammino professionale di To Delta, persone con le quali è nata una sincera amicizia oltre che un rapporto professionale basato sulla stima reciproca».

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *