Torino-Lione: rinnovato il Cda di Telt. Entro il 2021 appaltati lavori del tunnel di base

Riconferma per il presidente Hubert du Mesnil e il direttore generale, Mario Virano. È questo l’esito del cda di Telt – Tunnel Euralpin Lyon Turin, la società responsabile dei lavori di realizzazione e della gestione della sezione transfrontaliera del collegamento ferroviario tra Torino e Lione, partecipata al 50% dai due governi italiano e francese – che ha provveduto anche alla nomina degli amministratori.

La squadra

Per l’Italia sono stati nominati Oliviero Baccelli (professore dell’Università Bocconi), Roberto Ciciani (rappresentante del ministero dell’Economia e delle Finanze), Speranzina De Matteo, (per il ministero dei Trasporti), Roberto Mannozzi (direttore centrale amministrazione, bilancio, fiscale e Controllo del Gruppo FS). Per la Francia sono stati invece nominati Adrien Bichet (capo ufficio Trasporti della Direzione del bilancio), Bruno Dicianni (per la Direzione generale dei trasporti e delle infrastrutture marittime), Vincent Lindsky (ispettore generale delle finanze), Marie-Line Meaux (già ispettrice generale dell’Amministrazione e dello sviluppo sostenibile).

La riunione del nuovo consiglio di amministrazione, nella giornata di mercoledì garantisce la continuità delle azioni essenziali per il proseguimento del progetto del collegamento ad alta velocità ferroviaria tra Torino e Lione, in particolare i lavori in corso e la preparazione dei contratti relativi allo scavo del tunnel principale, che dovrebbero essere affidati nei prossimi mesi secondo il calendario previsto dal Grant Agreement firmato con l’Unione Europea.

L’opera

La Torino-Lione è l’anello centrale del cosiddetto Corridoio Mediterraneo (uno dei 9 assi della rete di trasporto europea Ten-T), che si sviluppa per 3mila km connettendo, da Est a Ovest, 7 corridoi Ue. La tratta in costruzione di competenza di Telt è quella comune tra Italia e Francia, da Susa (Piemonte) a Saint-Jean-de-Maurienne (Auvergne-Rhône-Alpes), la cui opera principale è il tunnel alla base del Moncenisio di 57,5 km.

Le gare e i prossimi lavori

Sono attualmente in corso le gare per i lavori del tunnel di base per un valore totale di oltre 3 miliardi di euro; nel 2021 saranno appaltati tutti i lavori per l’intero tunnel di base in Francia e in Italia che genereranno 4.000 posti di lavoro diretti e 4.000 indotti. Oltre a questo, in Italia, sono previsti lavori per oltre 150 milioni di euro per le nicchie di interscambio nella galleria della Maddalena e per gli interventi da parte di Sitaf: la realizzazione del nuovo svincolo di Chiomonte sull’autostrada Torino-Bardonecchia e lo spostamento dell’autoporto di Susa a San Didero.

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *